Quantcast
Assicurazione Moto: Come Scegliere la Migliore Polizza? | Spendimeno.it

Assicurazione Moto: Come Scegliere la Migliore Polizza?

RC moto
Categoria: Archivio
Tag: #Assicurazione #Finanza #Finanza Assicurazione Veicoli Moto #Veicoli
Condividi:

In questa guida, andremo a scoprire tutti gli aspetti relativi all’Assicurazione moto, dagli obblighi e requisiti imposti dalla legge, alle coperture accessorie offerte dalle compagnie assicuratrici, alle nuove opportunità che consentono un risparmio sul premio da pagare.

Cosa dice il Codice della Strada?

La prima cosa da conoscere, pare banale dirlo, è la definizione di moto. Per il Codice della strada, “il motociclo è un veicolo con due o tre ruote, il cui utilizzo comprende sia il trasporto di persone sia di cose”. Nella definizione del Codice, è compresa una categoria variegata di veicoli, che comprende motociclette, motocarrozzette, bici a motore e motocarri. Con il termine non ufficiale di “motorino”, si intende generalmente un motociclo con cilindrata pari a 50 cc, sia esso un ciclomotore o uno scooter.

Quali moto assicurare?

Tutti i motocicli circolanti su strada devono obbligatoriamente essere assicurati, qualunque sia la tipologia e la potenza/cilindrata, secondo quanto previsto dalla legge 990/1969. Nella definizione del Codice, che contempla veicoli a due o tre ruote comunemente definiti motociclette, sono inclusi anche veicoli speciali, per cui è richiesta un’assicurazione ad hoc, tenuto conto delle caratteristiche del veicolo stesso e del suo utilizzo. Pensiamo ad esempio a motocicli dotati di un allestimento su misura, per il trasporto di merci particolari o per più di due persone. La legge sopracitata obbliga la copertura assicurativa, per quanto riguarda la responsabilità civile. Non sono obbligatorie le coperture accessorie, anche se vivamente consigliate.

La polizza moto e le coperture

Semplificando, le assicurazioni moto sono composte da tre parti:

  1. Copertura RC (responsabilità civile)
  2. Coperture accessorie
  3. Servizi aggiuntivi

1 – Responsabilità civile moto

Obbligatoria per legge allo scopo di garantire un risarcimento per danni a cose, animali o persone diverse dal conducente e dalla sua moto.

Sono previsti dei massimali variabili, aumentabili secondo le varie opzioni proposte dalla compagnia assicurativa. Il massimale è la massima cifra che la compagnia di assicurazioni risarcisce a terzi per ogni incidente; consigliabile tenerli d’occhio, affinché siano elevati a sufficienza.

2 – Coperture accessorie

Servizi assicurativi aggiuntivi, non obbligatori, ma determinanti nelle polizze moto: la copertura per conducente e passeggero, la copertura contro furto e incendio, la cosiddetta “kasko” o la polizza per i danni alla moto negli incidenti con colpa.

3 – Servizi aggiuntivi

Si tratta di quei servizi non connessi strettamente e tecnicamente all’assicurazione della moto: tutela legale oppure assistenza stradale (in caso di guasto o incidente) ne sono due esempi classici.

Rc Moto

Occhio alla Franchigia!

La franchigia è un elemento molto importante da considerare quando ci si accinge a stipulare una polizza, di qualsiasi copertura si parli. Tecnicamente la franchigia è  l’importo “soglia” del danno, al di sotto del quale il risarcimento non è dovuto dall’assicurazione. La franchigia si può esprimere  con un importo oppure in percentuale. Per comprendere meglio come funziona una polizza moto con franchigia, facciamo un esempio molto semplice.

Supponiamo di avere un sinistro, dove riportiamo un danno stimato in 750 €. Se abbiamo una polizza con una franchigia pari alla somma di 250 €, l’assicurazione risarcirà quindi 500 €, cioè la differenza tra danno totale e la franchigia applicata. Se la franchigia, in percentuale, è del 10% sull’importo del danno, essa ammonterà a 75 €; l’assicurazione risarcirà quindi 675 €, cioè sempre la differenza tra danno totale e franchigia.

A causa di questa variabile, le polizze con franchigia di solito richiedono un premio minore rispetto a polizze standard. In generale, un massimale molto elevato o franchigie contenute rappresentano dei plus considerevoli per l’assicurato, ma possono accompagnarsi ad un a crescita del costo effettivo della polizza. Utilizzando strumenti utili come i comparatori di prezzo online, consigliamo di confrontare tra loro più preventivi prima della sottoscrizione.

Rivalsa ed Esclusione

Altro fattore da considerare al momento della stipula della polizza, sono le clausole di esclusione e rivalsa previste e spiegate nelle condizioni del contratto di polizza. Esse vanno a limitare la copertura del rischio e, quindi impattano direttamente sul risarcimento da parte della compagnia in caso di sinistro. Le più tipiche clausole di esclusione e rivalsa occorrono in caso di sinistro ove il conducente fosse in provato stato di ebbrezza o sotto effetto di sostante stupefacenti, o nel caso in cui il conducente non fosse in possesso di patente di guida valida.

E le polizze temporanee?

Un’altra tipologia di polizza molto interessante per i motociclisti è quella delle polizze moto temporanee, soluzioni che riducono la durata della copertura RC a fronte di uno sconto sul premio assicurativo da corrispondere. Le assicurazioni temporanee sono opzioni vantaggiose per tutti chi, per qualsiasi motivo, non utilizza la moto costantemente per tutto l’anno. Pensiamo a chi risiede in località caratterizzate da una stagione invernale particolarmente rigida; in questo caso l’assicurato potrebbe considerare l’utilizzo della moto soltanto in primavera ed in estate. A disposizione dei motociclisti, le compagnie offrono una serie di polizze di varia durata: semestrali, trimestrali oppure più brevi, pensate per chi prevede di utilizzare la propria moto solo per un periodo di tempo limitato.

Attenzione: le polizze temporanee non devono essere confuse con le modalità di pagamento della polizza stessa. I pagamenti dilazionati, con scadenze mensili o semestrali, riguardano polizze di durata maggiore, come le polizze annuali.

Publicato: 16/4/2020Da: Matteo

Potrebbe interessarti

Assicurazione dei proprietari di casa: come proteggere il vostro più grande investimento

L’assicurazione dei proprietari di casa è un insieme di coperture (in una singola polizza) che può proteggere i proprietari di casa da danni imprevisti o perdite da eventi come il tempo, il furto o il vandalismo. Fornisce sollievo sotto forma di contanti o di sostituzione del contenuto della casa e della struttura stessa. Fornisce una… Continua a leggere Assicurazione dei proprietari di casa: come proteggere il vostro più grande investimento

13/12/2021Matteo

Assicurazione casa per gli inquilini

L’assicurazione casa per inquilini è una copertura che può garantire alcuni dei vantaggi associati all’assicurazione casa, e in realtà è specificatamente indicata per chi affitta un immobile. In particolare, tale polizza fornisce una copertura di responsabilità civile sui beni personali dell’inquilino, coperta contro i rischi di furto e vandalismo, e contro il verificarsi di incendi,… Continua a leggere Assicurazione casa per gli inquilini

13/12/2021Matteo

Perché sottoscrivere una Polizza Moto?

Cos’è l’assicurazione moto, per chi è e perché è necessario acquistarla? Qual è la differenza tra un ciclomotore e una moto? Questo è tutto ciò che devi sapere sulle politiche di RC Moto. La polizza RC Moto è un contratto assicurativo obbligatorio applicabile ai possessori di ciclomotori e motocicli. In sostanza, la polizza RC Moto… Continua a leggere Perché sottoscrivere una Polizza Moto?

19/11/2021Matteo

Sospensione RC Auto e moto: cosa dice il Decreto Cura Italia?

Sospensione Rc auto e moto 2020: ecco cosa è previsto dal decreto Cura Italia. Gli assicurati possono usufruire della sospensione dell’RCA sui propri veicoli?

14/4/2020Matteo